Il Sangue, cos’è e come è fatto

Sangue

Sangue

Il Sangue

Il sangue, presente  in tutti gli esseri viventi del regno animale, quindi anche l’uomo, è un tessuto connettivo allo stato liquido, che ha come funzione principale quella di portare all’organismo, ossigeno (grazie all’emoglobina) e nutrimento, inoltre ha la fondamentale funzione di trasportare lontano dalle cellule le sostanze cataboliche.

Il  sangue, anche se può variare tra uomo e donna per quanto riguarda le percentuali, è fondamentalmente composto da:

  • Plasma (55% nei maschi, 60% femmine).
  • Parte Corpuscolare, che è rapresentata da cellule o frammenti di esse (45% maschi, 40% femmine).

Tali percentuali sono dette “rapporto ematocrito”è aiutano a controllare le parti corpuscolari del sangue.

In tutti i vertebrati, eccetto gli uccelli (nei quali non vi è midollo osseo, e viene prodotto nella Borsa di Fabrizio), il sangue viene prodotto dal midollo osseo, e in particolare viene prodotta la parte corpuscolare dato che il plasma è costituito principalmente da acqua (più del 90%), da proteine e Sali minerali (inoltre vi sono contenuti anche ormoni). Tra le proteine presenti nel plasma abbiamo principalmente l’albumina che controlla la pressione oncotica (quindi la pressione di una soluzione colloidale come il sangue o il latte) e altre proteine come le globuline.

Per quanto riguarda la parte corpuscolare è costituita principalmente da:

  • Globuli Rossi (chiamati anche Eritrociti o Emazie).
  • Globuli Bianchi (chiamati anche Leucociti).
  • Piastine (o trombociti).

I glubuli rossi, presenti in grande quantità nell’organismo umano (5 milioni/nei maschi e 4,5 milioni/ nelle femmine), sono formati da una membrana a base fosfolipidica contenente colesterolo, come la maggior parte delle membrane cellulari, ma sono prive di nucleo, e ovviamente contengono l’Emoglobina che è una proteina che lega l’ossigeno agli stessi Globuli Rossi e ne consente il trasporto dai polmoni alle verie cellule e il trasporto inverso dell’anidrite carbonica dalle cellule all’apparato respiratorio. Nell’essere Umano si distinguono diversi tipi di sangue (A, B, AB, 0) determinati da alcune glicoproteine delle membrane dei Globuli Rossi, inoltre ognuno dei 4 tipi di sangue può contenere o meno il fattore Rh e altri fattori minori. Inoltre chi ha il fattore Rh- è Donatore Universale (sopratutto lo zero-) mentre la tipologia AB+ è ricettore universale, cioè può ricevere da tutti i tipi di sangue. Il ciclo vitale dell’emoglobina e dei glubuli rossi, iniziato nel midollo osseo, termina nel Fegato (dove

viene distrutta dopo diversi utilizzi).

I Globuli Bianchi, sono più grandi dei Globuli Rossi ma meno numerosi (circa 7000/), rappresentano le principali difese dell’organismo contro agenti patogeni come virus o batteri. I principali Leucociti presenti nel sangue sono

  • Granulociti (che comprendono neutrofili, basofili e eosinofili).
  •  Monociti.
  • Linfociti (tra cui si distinguono Linfociti B, Linfociti T e Linfociti NK).

Le Piastrine, invece hanno un compito emostatico, ovvero di bloccare la fuori uscita di sangue e quindi di farlo coagulare. Esse sono presenti nel sangue in numero tra 150000 e 400000/.

Nell’essere umano il sangue scorre all’interno dei vasi sanguigni (arterie, vene e capillari), pompato dal cuore. Nell’apparato circolatorio dell’uomo si distinguono  la grande circolazione (dal cuore al resto del corpo, per portare ossigeno e nutrimento alle cellule) e piccola circolazione (dal cuore ai polmoni, per lo scambio di ossigeno  e anidrite carbonica ). Nella prima il sangue parte dal ventricolo sinitro del cuore e dopo aver attraversato tutto il corpo, attraverso le arterie, finisce nell’atrio destro del cuore; nella seconda, il sangue, parte dal ventricolo destro e, dopo aver attraversato i polmoni, e gli alveoli, finisce nell’atrio sinistro.

La circolazione sanguigna può essere migliorata dallo sport, infatti, esso può aiutare a migliorare le capacità aerobiche dell’atleta, dato che con l’attività motoria aumenta il volume totale di sangue, favorendo un maggiore trasporto di ossigeno, e grazie anche alla diminuzione del Ph (ovvero l’acidità o basicità dei una soluzione) del sangue con conseguente aumento della capacità attrattiva dell’Emoglobina nei confronti dell’ossigeno. È però importante vedere come non tutti gli sport aiutano il sistema circolatorio, per esempio l’anemia dell’atleta, spesso riscontrata in chi pratica fondo (atletica), che a causa del continuo impatto dei piedi con il terreno porta, dopo tempo, ad una rottura dei Globuli Rossi facendo, ovviamente, diminuire le capacità aerobiche dell’atleta. Inoltre, per chi già soffre di anemia falciforme (nella quale la superficie del Globulo rosso, dedita al trasporto di ossigeno, è quasi dimezzata), o di altre patologie simili o a questa collegate, ha, ovviamente, un minore trasporto di ossigeno, con conseguente diminuzione delle capacità aerobiche nell’allenamento. In ogni caso l’anemia (non quella falciforme, che è una patologia) è spesso causata dalla carenza di ferro, ed è chiaro come il ferro è fondamentale, dato che aumenta le capacità attrattive dell’emoglobina ed è quindi fondamentale, sopratutto per gli atleti di “durata” (specie in mezzofondo e fondo); le carenze di ferro possono essere determinate da diversi fattori come:

  • Per via Gastrointestinale (soprattutto in individui sedentari).
  • Attraverso le urine.
  • Attraverso i capelli.
  • O, per le donne, attraverso le mestruazioni.

Quindi, essendo molteplici li cause della perdita di ferro e anche se sono presenti scorte di ferro nel Fegato, sotto forma di Ferritina, è importante, tenere sotto controllo i valori del ferro nel sangue, e integrarlo se si ha un carenza.